Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Perché è stato
Scritto da serbasciu
Categoria: Poesia - D'amore
Scritto il 12/07/2018, Pubblicato il 12/07/2018 09.35.05, Ultima modifica il 12/07/2018 09.35.05
Codice testo: 12720189354 | Letto 48 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

PERCHÉ È STATO
Qualcuno,
anche adesso,
si ferma d’un tratto
stupito
ad ascoltare il respiro spezzato di una donna,
l'abisso e il fuoco del suo mare.
Nel suo cuore ad occhi chiusi
alberi riprendono a danzare sulla sua umida gola
e il seno ha ancora il gusto dei cristalli di sale.
La spiaggia immobile freme, i cavalli congelano il galoppo.
Le sue labbra, ma erano labbra?
o carboni ardenti e sangue della terra?
Al di là di tutte le distanze
si smarriva in tutti i suoi sentieri.
Sogni d'argento si posavano
sui suoi fianchi nudi,
polvere che inalava in un delirio stupefacente.
Foglie afferrate dal vento, dall'uragano,
esploratori del suo smisurato continente,
nutrimento che non dava sazietà.
Quelle notti, quei sibili di stelle.

Qualcuno,
anche adesso,
si ferma d’un tratto
stupito
nel risucchio pulsante
di quel rombo che ancora gorgoglia
a chiedersi se piangere
o sorridere
perché è stato.
SB

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it