Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Un Sogno
Scritto da maz
Categoria: Poesia
Scritto il 19/10/2012, Pubblicato il 19/10/2012, Ultima modifica il 10/11/2017
Codice testo: 19102012121733 | Letto 1691 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

UN SOGNO
(Dedicata a un sogno)

Ho fatto un sogno…

C’era un fiumiciattolo,
poco più di un rigagnolo.
Passeggiavamo insieme,
mano nella mano,
risalendo piano, controcorrente,
camminando lungo gli argini,
calpestando ciottoli e sassi
infangati e scivolosi.

La tua mano salda rassicurava i passi.

Fra gli alberi, dei pini credo,
filtrava, tiepida, la luce del sole
del primo Inverno
che illuminava il tuo sorriso,
mentre stille di rugiada
- lacrime incredule -
scioglievano la mia emozione.

Il canto cristallino
dell’acqua che scorreva
limpida come il cielo
accompagnava la tua voce
che raccontava…

E sai cosa mi dicevi?

Parlavi del Mondo,
delle sue ingiustizie,
delle sue pene,
mentre i tuoi pensieri
raccoglievo nella mente
archiviandoli nel cuore.

D’un tratto ti sei fermato.

Il mio volto hai preso
fra le mani
e m’hai baciata sulla fronte
come si fa con i bambini.

Ho chiuso gli occhi
per poi posare il capo,
un attimo soltanto,
contro al tuo petto,
illudendomi così
di poter fermare il tempo,
cristallizzare tutto,
ma quando li ho riaperti
s’era dissolto il sogno…

Svanito il fiume, gli alberi, il sole.
Svanito tu, il tuo sorriso, il tuo calore.

***

Seduta sul letto,
le mani nude tremavano sincere
come due foglie al vento
e un pianto silenzioso
m’usciva dal petto
salutando il mio risveglio.

Ho fatto un sogno,
un sogno che
non potrà mai avverarsi.

Ci sono cose
che non è lecito sperar
da un giusto Cielo…

Purtroppo - il cuore - questo - non lo sa.




Marina Assanti
Trieste, 22.9.2012

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it